Enpaf Informazione online n.1/2016

newsletter ENPAF

SOMMARIO:

•    CONTRIBUTI – Cancellazioni e iscrizioni
•    CONTRIBUTI - Disoccupazione temporanea e involontaria
•    ASSISTENZA - Borse di studio
     ISEE STANDARD/ORDINARIO

                                                                                    

CONTRIBUTI – Cancellazioni e iscrizioni

Al fine di poter predisporre l’elenco dei contribuenti Enpaf per l’anno 2016 si confida nella collaborazione di tutti gli Ordini affinché trasmettano con tempestività agli Uffici dell’Enpaf le delibere di iscrizione e cancellazione. In tale modo si potrà provvedere a formare in modo corretto il carico contributivo evitando disagi agli iscritti e ai farmacisti ormai cancellati, nonché limitando l’adozione di provvedimenti di sgravio contributivo.

 

CONTRIBUTI -  Disoccupazione temporanea e involontaria

Occorre segnalare l’intervenuta modifica della disciplina in materia di disoccupazione temporanea e involontaria; in particolare l’art. 19 del decreto legislativo n. 150/2015 stabilisce che sono considerati disoccupati i lavoratori privi di impiego che dichiarano in forma telematica al portale nazionale delle politiche del lavoro la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa. La disposizione prevede, dunque, l’eliminazione della previgente dichiarazione di immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa, in formato cartaceo (DID), dunque, in prospettiva futura, la domanda di riduzione per disoccupazione temporanea e involontaria non dovrà più essere corredata dalla DID. Allo  stato attuale, tuttavia, il portale nazionale delle politiche del lavoro non è attivo e, dunque, a seconda delle diverse realtà regionali, fino alla sua piena operatività, il lavoratore continuerà a presentare presso il Centro per l’impiego la dichiarazione di immediata disponibilità che dovrà allegare alla domanda di riduzione da presentare all’Enpaf ovvero in alternativa ove siano presenti dei sistemi informativi regionali la dichiarazione sarà rilasciata al sistema informativo regionale competente; in questo secondo caso alla domanda di riduzione da presentare all’Enpaf potrà essere allegata la ricevuta dell’avvenuta presentazione telematica della dichiarazione di immediata disponibilità.

ASSISTENZA - Borse  di studio

Il Consiglio di amministrazione nella seduto del 27 gennaio 2016 ha deliberato l’approvazione del bando per l’assegnazione di 163 borse di studio a favore dei figli di farmacisti iscritti o pensionati Enpaf per l’anno scolastico / accademico 2014 – 2015 sono previste cinque sezioni per le quali è stato stabilito un numero diverso di borse di studio disponibili e un diverso importo: scuola di istruzione secondaria di secondo grado 50 borse dell’importo di 500,00 euro ciascuna; licenza di scuola di istruzione secondaria di secondo grado 30 borse dell’importo di 1.200,00 euro ciascuna; corsi universitari per le lauree del vecchio e del nuovo ordinamento 50 borse dell’importo di 1.800,00 euro ciascuna; laurea di primo livello e lauree specialistiche 22 borse dell’importo di 2.000,00 euro ciascuna; laurea specialistica a ciclo unico 10 borse dell’importo di 3.500,00 euro ciascuna. Le borse di studio non sono soggette a tassazione, conformemente a quanto previsto dalla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n.156/E del 12 giugno 2009. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata improrogabilmente al 15 aprile 2016. Anche per le borse di studio si prevede l’obbligatorietà di allegare oltre alla modulistica ed alla documentazione fiscale il modello ISEE ordinario 2016 relativo al nucleo familiare, il bando e la modulistica sono disponibili sulla homepage del sito internet dell’ENPAF www.enpaf.it.

ISEE STANDARD/ORDINARIO

Nel numero di dicembre di ENPAF Informazione online tra le notizie riguardanti l’assistenza è stato segnalato che per l’anno 2016 alle domande dirette ad ottenere prestazioni assistenziali sarà necessario allegare, oltre alla consueta documentazione fiscale, altresì l’ISEE standard qualificabile anche ISEE ordinario del nucleo familiare. Si ribadisce che per l’anno 2016 la liquidazione delle prestazioni avverrà in base al requisito reddituale pro capite riferito al nucleo familiare del richiedente, ma che la produzione dell’ISEE è comunque obbligatoria e si rende necessaria in quanto l’Ente intende introdurre, per il prossimo anno, un diverso sistema di valutazione della situazione economica basato sull’ISEE, nel corso del 2016 si svilupperà una fase di verifica diretta a fissare una scala di equivalenza indispensabile per fissare i livelli di bisogno economico per il 2017.



Stampa

Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni da ENPAF. Inserisci la tua e-mail:

Il sito web www.enpaf.it utilizza cookie per migliorare la vostra esperienza quando lo si utilizza. Continuando la navigazione si accetta la Policy sui cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information