Enpaf Informazione online n.3/2016

newsletter ENPAF

 

SOMMARIO:
CONTRIBUTI - Emissione bollettini bancari 2016; Notificazione cartelle di pagamento 2017; Attestati di pagamento.
PRESTAZIONI - CU 2016

CONTRIBUTI

EMISSIONE BOLLETTINI BANCARI 2016.
L’Enpaf ha provveduto, nella prima settimana di febbraio, a trasmettere il flusso dei bollettini bancari per la riscossione dei contributi per l’anno 2016. Gli Uffici hanno segnalato che in alcune zone del Paese i bollettini non sono stati recapitati. Quanto accaduto è dovuto ai tempi del servizio postale considerato che l’Ente ha tempestivamente trasmesso il flusso per la stampa e l’invio. Chi non avesse ancora ricevuto i MAV bancari per il pagamento potrà attendere ancora fino al giorno otto aprile prima di richiedere il duplicato. Eventuali pagamenti tardivi non subiranno l’applicazione di interessi o somme aggiuntive.
In proposito si ricorda che il duplicato dei bollettini MAV non recapitati può essere scaricato attraverso la funzione presente nell’area ad accesso riservato ENPAF ONLINE del sito internet dell’Enpaf (www.enpaf.it) o può essere richiesto al numero verde 800248464 messo a disposizione dalla Banca Popolare di Sondrio.

NOTIFICAZIONE CARTELLE DI PAGAMENTO 2017.
L’art. 14 del decreto legislativo n. 159/2015, che ha recentemente modificato la disciplina della riscossione esattoriale, ha previsto che, a decorrere dal 1° giugno 2016,  la notificazione della cartella esattoriale nei confronti di professionisti iscritti in Albi, tra essi i farmacisti, debba avvenire esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica certificata risultante dall’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI – PEC). Nel caso in cui l’indirizzo di posta elettronica non risulti valido o attivo la notificazione della cartella verrà eseguita mediante deposito dell’atto presso gli uffici della Camera di Commercio competente per territorio. Il relativo avviso di deposito verrà pubblicato sul sito della medesima Camera di Commercio, il contribuente verrà avvisato dell’avvenuto deposito della cartella con raccomandata con avviso di ricevimento senza ulteriori adempimenti a carico dell’Agente della riscossione. Come è noto, l’Ente procede alla riscossione tramite cartella esattoriale della contribuzione obbligatoria nel caso in cui l’iscritto ne abbia omesso il versamento nel corso dell’anno precedente, come pure nel caso di reintegro contributivo e infine nell’ipotesi di nuovo iscritto il quale per il tempo in cui ha presentato la domanda di riduzione, nel corso dell’anno precedente, sia stato assoggettato alla corretta aliquota di riduzione successivamente all’esaurimento della fase di riscossione spontanea tramite bollettino bancario.
A partire dal prossimo anno, dunque, la riscossione tramite cartella esattoriale comporterà la notificazione della stessa all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’iscritti.
Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti e considerato che l’operazione potenzialmente potrebbe interessare tutta la collettività degli iscritti occorre che gli Ordini provinciali informino adeguatamente tutti i farmacisti invitandoli a dotarsi di un indirizzo di posta PEC. La presente comunicazione verrà reiterata anche nei mesi prossimi al fine di sensibilizzare gli Ordini e gli iscritti.   

ATTESTATI DI PAGAMENTO.
A partire dalla prima settimana del mese di aprile, sul sito internet dell’Enpaf (www.enpaf.it) nell’ambito dell’area ad accesso riservato ENPAF ONLINE, sarà possibile scaricare l’attestato di pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori relativi al 2015, attestato utile ai fini fiscali. Si rammenta, in ogni caso, che l’Ente, in ottemperanza alle disposizioni di legge ha provveduto a trasmettere all’Agenzia delle Entrate il flusso dei pagamenti dei contributi effettuati dall’iscritto nel 2015 e che, pertanto, nel 730 - 2016 precompilato (redditi 2015), il dato in questione sarà presente nell’ambito degli oneri deducibili. In proposito è utile ricordare che Il modello 730 precompilato viene messo a disposizione del contribuente, a partire dal 15 aprile 2016, in un’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Per accedere a questa sezione è necessario essere in possesso del codice Pin che viene messo a disposizione dall’Agenzia stessa.

PRESTAZIONI

CU 2016
Sul sito internet dell’Enpaf (www.enpaf.it) è possibile scaricare il duplicato delle CU 2016 relative ai redditi di pensione 2015. L’accesso alla certificazione è previsto al di fuori dell’area Enpaf online direttamente sul sito. Per scaricare questo documento dal sito internet dell’Ente è necessario dalla Home page del sito stesso entrare nella  voce “SERVIZI ISTITUZIONALI” e attivare la sottovoce “STAMPA DUPLICATI CU” sarà quindi sufficiente inserire il proprio codice fiscale e il proprio codice pensionato Enpaf e stampare il duplicato della propria CU. Il codice pensionato è ricavabile sia da un modello di certificazione fiscale trasmesso in precedenza dall’Enpaf, sia dal proprio certificato di pensione, diversamente può essere richiesto all’Enpaf esclusivamente per iscritto, inviando una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tramite fax al numero 065917732. Alla richiesta dovrà essere allegata una fotocopia del proprio documento di identità.   
Si rammenta che l’Enpaf, in ottemperanza alle disposizioni di legge, oltre a inviare copia delle CU al domicilio degli interessati ha provveduto alla trasmissione dei dati fiscali all’Agenzia delle Entrate, pertanto, i dati in questione  saranno presente sui 730 2016 (redditi 2015) precompilati. 

Stampa

Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni da ENPAF. Inserisci la tua e-mail:

Il sito web www.enpaf.it utilizza cookie per migliorare la vostra esperienza quando lo si utilizza. Continuando la navigazione si accetta la Policy sui cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information