Enpaf Informazione online n.7 del 27.07.2016

newsletter ENPAF

SOMMARIO:

PRESTAZIONI  - Assistenza - contributo una tantum liberi professionisti, categorie assimilate e titolari di "parafarmacia".
PENSIONI - CODICE FISCALE coniuge non a carico - Modulo
CONTRIBUTI  - Cartella esattoriale notifica tramite posta elettronica certificata

COMUNICAZIONI
CHIUSURA ESTIVA

PRESTAZIONI

ASSISTENZA - CONTRIBUTO UNA TANTUM LIBERI PROFESSIONISTI, CATEGORIE ASSIMILATE E TITOLARI DI  "PARAFARMACIA"
Si rammenta che entro il prossimo 10 settembre scade il termine per la presentazione della domanda per richiedere il contributo una tantum per farmacisti liberi professionisti e assimilati, per titolari, soci e associati agli utili di esercizi autorizzati alla vendita di farmaci da banco ai sensi del D.L. n.223/2006 (conv. Legge n.248/2006), relativo  all’anno 2016. L’iniziativa è stata prevista con la deliberazione consiliare n. 29 del 26.05. 2016.
Il Consiglio di amministrazione dell’Enpaf ha stabilito che, nell’anno 2016, per tutte le domande volte ad ottenere le prestazioni erogate dalla Sezione Assistenza (dunque anche per quella che viene qui richiamata), unitamente alla consueta documentazione fiscale (modelli CU, 730, Unico) deve essere presentato il modello ISEE ordinario relativo al nucleo familiare del richiedente. Il modello viene richiesto allo scopo di verificare che i limiti di reddito stabiliti dall’ENPAF per le proprie prestazioni assistenziali siano coerenti con quanto previsto nel sistema generale pubblico.

Per il 2016, l’istruttoria della domanda avverrà, quindi, sulla base della documentazione fiscale, ma il mancato invio del modello ISEE non consentirà l’inserimento in graduatoria.

PENSIONI

CODICE FISCALE CONIUGE NON A CARICO - MODULO

Come è noto nella Certificazione Unica dei redditi va inserito anche il codice fiscale del coniuge fiscalmente non a carico. L’informazione è utile in caso di produzione del modello 730 precompilato congiunto, per il pensionato che fosse interessato, per il prossimo anno, a questa modalità di presentazione della dichiarazione reddituale l’Enpaf ha predisposto un modulo “ad hoc” disponibile nella sezione modulistica – Pensioni / Moduli vari - del proprio sito internet www.enpaf.it. Si ricorda di allegare copia di un valido documento di identità e del tesserino del codice fiscale del coniuge non a carico, la produzione di quest’ultimo consentirà di ridurre i possibili errori di trascrizione.

CONTRIBUTI

CARTELLA ESATTORIALE NOTIFICA TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Come già segnalato in precedenza, a decorrere dal 1° giugno 2016, la notifica della cartella esattoriale, anche quelle per la riscossione dei contributi Enpaf,  avverrà, per quanto riguarda tutti i professionisti iscritti in Albi e, dunque, anche per i farmacisti, esclusivamente, per mezzo di Posta Elettronica Certificata registrata presso l’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificati (INI – PEC).
Considerato che la notifica delle cartelle esattoriali anche per quanto riguarda i contributi Enpaf risulta ancora in corso, sebbene i ruoli siano stati trasmessi dall’Ente nel mese di marzo,  già nel corrente anno 2016  le cartelle esattoriali dell’Enpaf verranno notificate non più attraverso raccomandata a.r. bensì, esclusivamente, tramite mail agli indirizzi PEC dei propri iscritti.

Si rammenta che la Posta Elettronica Certificata è il sistema che consente di inviare e - mail con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno. Tutti i professionisti iscritti in Albi sono tenuti, per legge, a dotarsi di un indirizzo PEC che devono successivamente comunicare agli Ordini di appartenenza i quali a loro volta provvedono a trasmetterlo all’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica.

In merito alla notifica della cartella esattoriale è necessario che la casella di posta PEC sia attiva, idonea alla ricezione e capiente, perché, in caso contrario, il soggetto incaricato di notificare la cartella esattoriale (l’Agente della riscossione territorialmente competente) provvederà a depositare la copia della cartella esattoriale presso gli uffici della competente Camera di Commercia dandone notizia all’interessato per raccomandata con avviso di ricevimento, a quel punto sarà onere dell’interessato recarsi presso l’Ufficio indicato per ritirare la cartella esattoriale con evidenti disagi. Questa procedura verrà seguita anche nel caso in cui la casella di posta PEC fosse satura, anche dopo un secondo tentativo di notifica da effettuarsi decorsi almeno quindici giorni dal primo invio.

COMUNICAZIONI

L’iniziativa “Enpaf incontra gli Ordini”, che è tuttora in corso di svolgimento e che non verrà interrotta, a partire dal prossimo mese di settembre assumerà caratteristiche ulteriori e diverse. L’Ente, infatti, nella seconda parte dell’anno corrente, intende concentrare la propria attenzione sulla formazione del personale degli Ordini che spesso entra in contatto con le problematiche che riguardano l’Enpaf, a questo fine si ritiene indispensabile, per razionalizzare e rendere efficace l’attività formativa, che gli incontri con il personale, come pure con i consiglieri delegati alle problematiche previdenziali, vengano organizzati, a partire dal mese di settembre, su base regionale o al più interprovinciale. Per programmare questi incontri potrà essere utilizzata la casella di posta elettronica dedicata agli Ordini. Gli incontri che i collaboratori dell’Area URP effettueranno con gli iscritti continueranno ma diverranno necessariamente meno frequenti.

RICHIESTA ATTESTATI DI PAGAMENTO E  DUPLICATI CU.
Come è noto, nell’ambito del sito internet dell’Enpaf www.enpaf.it è possibile scaricare il duplicato del modello CU ove non sia pervenuto all’indirizzo del destinatario. L’accesso al documento avviene sulla base di un modalità semplificata che consente al pensionato di ottenere il duplicato (nella home page del sito Enpaf selezionare il menu Servizi Istituzionali e cliccare l'ultima voce Stampa Duplicati CU) inserendo il proprio codice fiscale e il codice pensione, quest’ultimo può essere acquisito dal proprio certificato di pensione o dalla certificazione fiscale trasmessa dall’Enpaf negli anni precedenti. Per quanto riguarda invece gli attestati di pagamento dei contributi previdenziali, utili ai fini fiscali, l’iscritto potrà ottenerne una copia attraverso il servizio Enpaf online messo a disposizione dell’Ente nelle pagine del suo sito internet www.enpaf.it. Nelle pagine ad accesso riservato (occorre che l’iscritto attivi una procedura di registrazione con l’acquisizione di una password) sarà possibile per l’iscritto scaricare il documento in questione.
Occorre segnalare che l’Ente intende incentivare l’utilizzo degli strumenti informatici messi a disposizione degli iscritti pertanto, a partire dal 2017, tutte le richieste di duplicati CU e di attestati di pagamento che dovessero pervenire verranno reindirizzate verso le funzionalità telematiche sopra descritte.

CHIUSURA ESTIVA

Nel periodo dal 17 al 19 agosto gli uffici Enpaf rimarranno chiusi.

Stampa

Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni da ENPAF. Inserisci la tua e-mail:

Il sito web www.enpaf.it utilizza cookie per migliorare la vostra esperienza quando lo si utilizza. Continuando la navigazione si accetta la Policy sui cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information