Scuola specializzazione - 2018

CONTRIBUTO PER FARMACISTI ISCRITTI AD UNA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE

In data 24 maggio 2018, con deliberazione n. 30, il C.d.A. dell’Enpaf ha approvato la disciplina relativa agli interventi in favore dei farmacisti iscritti ad una scuola di specializzazione del settore farmaceutico, o equipollente,  in attuazione della disposizione prevista dall’articolo 17 del regolamento di Assistenza della Fondazione Enpaf approvato dai Ministeri vigilanti in data 13 giugno 2017.
Il contributo, erogato in unica soluzione, è reiterabile per tutta la durata del corso; l’importo da erogare è stato modulato in base alla fascia ISEE di appartenenza. La domanda deve essere presentata direttamente all’Ufficio assistenza dell’Enpaf entro il 30 settembre dell’anno successivo alla conclusione dell’anno accademico per cui viene richiesto il contributo.
Leggi il regolamento e scarica i moduli per fare domanda.
- Regolamento
- Modulistica

Stampa

CONTRIBUTO PER FARMACISTI ISCRITTI AD UNA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE

In data 24 maggio 2018, con deliberazione n. 30, il C.d.A. dell’Enpaf ha approvato la disciplina relativa agli interventi in favore dei farmacisti iscritti ad una scuola di specializzazione del settore farmaceutico, o equipollente,  in attuazione della disposizione prevista dall’articolo 17 del regolamento di Assistenza della Fondazione Enpaf approvato dai Ministeri vigilanti in data 13 giugno 2017.
Il contributo, erogato in unica soluzione, è reiterabile per tutta la durata del corso; l’importo da erogare è stato modulato in base alla fascia ISEE di appartenenza. La domanda deve essere presentata direttamente all’Ufficio assistenza dell’Enpaf entro il 30 settembre dell’anno successivo alla conclusione dell’anno accademico per cui viene richiesto il contributo.

Leggi il regolamento e scarica i moduli per fare domanda.
- Regolamento
- Modulistica

Stampa

PRESTAZIONI ASSISTENZIALI CONTINUATIVE E STRAORDINARIE

[regolamento vigente dal 1° gennaio 2018]

A gennaio 2018 è entrato in vigore il regolamento di Assistenza  approvato dai Ministeri vigilanti il 13 giugno 2017.
Sono, pertanto, decadute tutte le procedure (compresa la modulistica) in essere fino a dicembre 2017. Mediante le deliberazioni consiliari, sono stati determinati i parametri attuativi per l’erogazione delle diverse tipologie di prestazioni assistenziali previste dal Capo I del regolamento di Assistenza, nel rispetto dei principi generali in esso indicati e nell’ambito dei poteri conferiti al Consiglio di Amministrazione.

Da segnalare in particolare:
-     oltre ad iscritti, pensionati e superstiti, hanno accesso all’assistenza continuativa per età ed ai sussidi per figli con grave disabilità (artt.5, 6 e 8 del regolamento) anche gli assicurati. Sono definiti tali i farmacisti non più iscritti all’Albo,       che non hanno ancora conseguito il diritto alla pensione ma che sono in possesso dei requisiti indicati dal regolamento.
-     per tutte le tipologie di prestazioni assistenziali, la valutazione della condizione di bisogno economico avverrà sulla base del valore ISEE conseguito dal nucleo familiare del richiedente, come risultante dall’attestazione rilasciata nell’anno della domanda.
      Nelle singole delibere consiliari, inoltre, sono stati previsti ulteriori limiti al patrimonio mobiliare del nucleo familiare quale risultante dall’attestazione ISEE.

Le prestazioni assistenziali possono avere carattere continuativo o straordinario. L’assistenza continuativa, riconosciuta fino al 31 dicembre dell’anno in cui è stata accordata, prevede la liquidazione di un importo mensile, più la corresponsione del rateo di tredicesima. La prestazione può essere rinnovata per l’anno successivo, se presenti i necessari requisiti.
L’assistenza straordinaria, invece, è costituita da una erogazione una tantum e viene corrisposta agli aventi diritto a titolo di contributo per le spese sostenute in relazione a determinati eventi  oppure a sostegno del reddito riferito a condizioni peculiari dell’iscritto.

La domanda di sussidio deve essere redatta sulla modulistica predisposta dall’ufficio Assistenza dell’Ente ed inviata unitamente alla documentazione richiesta con raccomandata a.r. o tramite PEC all’Ordine dei farmacisti presso il quale il richiedente è iscritto o da ultimo è stato iscritto, che provvederà a trasmetterla tempestivamente all’Ente (il nuovo Regolamento non prevede più che l’Ordine, in merito all’istanza, esprima il proprio parere). L’Enpaf si riserva di richiedere all’istante copia della ricevuta di trasmissione della domanda all’Ordine.

Di seguito sono indicati i requisiti di accesso per le singole tipologie di prestazioni nonché l’importo erogabile.

 

ASSISTENZA CONTINUATIVA
[delibera consiliare n.55 del 3 novembre 2017]

requisiti di accesso

  continuativa per età:
-    farmacisti pensionati Enpaf che abbiano compiuto il 65° anno di età (60 anni se titolari di pensione di invalidità Enpaf);
-    farmacisti iscritti che abbiano compiuto il 65° anno di età con almeno 15 anni di iscrizione e di contribuzione effettive;
-    farmacisti assicurati che abbiano compiuto 65° anno di età con almeno 20 anni di iscrizione e di contribuzione effettive all’Enpaf, di cui sette nei dieci anni precedenti la data della domanda;
-    superstiti del farmacista, se il dante causa era in possesso dei requisiti su indicati, nell’ordine di seguito specificato: coniuge (almeno 65 anni di età), orfani (fino a 21 anni o non oltre i 26 anni se studenti universitari), genitore fiscalmente a carico (almeno 65 anni di età).

continuativa per figli con grave disabilità ed età non inferiore a 21 anni:
-    iscritti con almeno cinque anni di iscrizione e di contribuzione;
-    assicurati con almeno 15 anni di iscrizione e di contribuzione effettive, di cui quattro nei sette anni precedenti la data della domanda;
-    pensionati Enpaf.

 


parametri reddituali

Per l’accesso alle prestazioni assistenziali continuative devono essere rispettati contestualmente i seguenti parametri:

-    patrimonio mobiliare, così come risultante dall’attestazione ISEE, non superiore ad euro 40.000,00.
     Per ciascun componente successivo al secondo, a tale importo si aggiungono ulteriori euro 5.000,00 fino ad un massimo di euro 55.000,00.
     Se il nucleo familiare è composto esclusivamente da soggetti ultrasettantenni o se in esso è presente un soggetto affetto da grave disabilità o inabilità, il patrimonio mobiliare non deve essere superiore ad euro 55.000,00.

-    valore ISEE compreso nelle seguenti fasce:

 FASCE ISEE  IMPORTO MENSILE (13 mensilità)
 da zero a 10.000,00 euro  550,00€
 da 10.000,01 a 20.000,00 euro  500,00€
 da 20.000,00 a 30.000,00 euro  450,00€

Per il rinnovo della prestazione assistenziale continuativa in essere, il beneficiario riceverà una comunicazione postale a domicilio. L’istanza di rinnovo, unitamente all’attestazione ISEE aggiornata all’anno dell’erogazione, dovrà essere inviata direttamente all’ufficio Assistenza dell’Enpaf tramite raccomandata a.r. o PEC entro il termine indicato nella comunicazione anzidetta.
Per ulteriori specifiche si rinvia al testo della delibera consiliare n.55/2017.


ASSISTENZA STRAORDINARIA UNA TANTUM PER CONTRIBUTO SPESE
[delibera consiliare n.56 del 3 novembre 2017]

requisiti di accesso

suss. straord. per figli con grave disabilità di età inferiore a 21 anni:
-    iscritti, 5 anni di iscrizione e di contribuzione, di cui 2 nell’ultimo biennio
-    assicurati, 15 anni di iscrizione e di contribuzione, di cui 4 nei 7 anni precedenti la domanda
-    pensionati Enpaf

spese medico-sanitarie:
-    iscritti, 8 anni di iscrizione e di contribuzione, di cui 2 nell’ultimo biennio
-    pensionati Enpaf
-    superstiti (coniuge, figli, genitore fiscalmente a carico)

 spese funerarie:
-    iscritti, 8 anni di iscrizione e di contribuzione, di cui 2 nell’ultimo biennio
-    pensionati Enpaf
-    superstiti (coniuge, figli, genitore anche se NON fiscalmente a carico)

 spese ospitalità case di riposo:
pensionati Enpaf, 70 anni di età

spese asilo nido e scuola d’infanzia:
iscritti, 5 anni di iscrizione e di contribuzione di cui 2 nell’ultimo biennio


                                        parametri reddituali

Per l’accesso alle prestazioni assistenziali straordinarie per contributo rimborso spese devono essere rispettati contestualmente i seguenti parametri:

-    patrimonio mobiliare, così come risultante dall’attestazione ISEE, non superiore ad euro 50.000,00
     Per ciascun componente successivo al secondo, a tale importo si aggiungono ulteriori euro 5.000,00 fino ad un massimo di euro 65.000,00.

-    valore ISEE compreso nelle seguenti fasce:

tipologia di prestazione      valore ISEE
da zero a 20.000,00
valore ISEE
da 20.000,01 a 35.000,00
                             IMPORTO DEL SUSSIDIO
[MISURA PERCENTUALE RISPETTO ALLE SPESE DOCUMENTATE]
 spese per figli disabili (età inferiore 21 anni)  60%  50%
 spese mediche  60%  50%
 spese funerarie  70%  60%
 ospitalità casa di riposo  60%  50%
 frequenza asilo nido e scuola infanzia  60%  50%

L’importo massimo erogabile nell’anno solare, quale contributo per rimborso spese, è di euro 15.000,00. Per più prestazioni straordinarie richieste dal medesimo soggetto, la somma complessiva liquidabile è di euro 25.000,00.

Fanno eccezione i contributi assistenziali per rimborso:
-    spese funerarie (importo massimo liquidabile euro 6.000,00). Per tale evento, è prevista anche la corresponsione della somma di euro 4.000,00 in favore del coniuge superstite, più euro 500,00 per ciascun figlio fiscalmente a carico;
-    spese per frequenza asilo nido e scuola dell’infanzia (importo massimo liquidabile euro 3.000,00 per ciascun figlio e, comunque, liquidazione complessiva non superiore ad euro 6.000,00).

Per le specifiche inerenti alle prestazioni di assistenza straordinaria per figli disabili di età inferiore a 21 anni e per quelle relative alle spese medico-sanitarie, si rinvia al testo analitico della delibera consiliare n.56/2017 che disciplina l’erogazione dell’assistenza straordinaria per rimborso spese.

La domanda per le prestazioni straordinarie per contributo rimborso spese deve essere presentata entro un anno dalla data della prima attestazione di spesa.



ASSISTENZA STRAORDINARIA UNA TANTUM A SOSTEGNO DEL REDDITO
[Testo integrato delibere consiliari n. 57/2017 e n. 8/2018]

Situazioni di grave difficoltà economica:

Il requisito contributivo richiesto è di otto anni di iscrizione e di contribuzione, di cui due nell’ultimo biennio.
Le prestazioni di assistenza sono previste per gli iscritti:
-    in caso di diminuzione di almeno il 30% del reddito di lavoro o di impresa derivante dall’attività professionale (sono richiesti almeno 45 anni di età);
-    a seguito di malattia o di infortunio, se l’evento ha inciso sulla capacità lavorativa per un periodo continuativo non inferiore a sei mesi;
-    che percepiscono esclusivamente reddito di lavoro o di pensione non assoggettabile ad imposizione fiscale (*) ed hanno età compresa tra 60 e 65 anni. Tale prestazione è estesa anche al coniuge superstite.

(*) per il 2018, la soglia della no tax area è pari ad euro 8.000,00 per i lavoratori dipendenti, ad euro 4.800,00 per i lavoratori autonomi e ad euro 8.124,00 per i pensionati .


Disoccupazione
-    iscritti, 8 anni di iscrizione e di contribuzione di cui 2 nell’ultimo biennio;
-    almeno 40 anni di età;
-    disoccupazione temporanea e involontaria in atto al momento della domanda da almeno 6 mesi.
La prestazione può essere erogata per un massimo due volte, con un intervallo non inferiore a ventiquattro mesi.

Successivamente, potrà essere corrisposto per un massimo di due volte, con un intervello non inferiore a ventiquattro mesi, un sussidio straordinario per disoccupazione dell’importo di euro 1.000,00, in favore degli iscritti che presentano i seguenti requisiti:
-    almeno 15 anni di iscrizione e contribuzione, di cui due nell’ultimo biennio;
-    almeno 50 anni di età.

Rientrano nel computo massimo di prestazioni erogabili, i sussidi per disoccupazione già liquidati nel triennio 2015 – 2017, precedente quindi l’entrata in vigore della deliberazione attuativa del regolamento di assistenza.

Il sussidio viene riconosciuto solo se il richiedente non sta beneficiando di altre misure a sostegno del reddito inerenti alla condizione di disoccupazione.


Misure di conciliazione vita-lavoro
Per l’erogazione di tale intervento assistenziale non è richiesto alcun requisito minimo di iscrizione e di contribuzione.
La prestazione viene riconosciuta alle iscritte in gravidanza che abbiano necessità di astenersi dall’attività lavorativa in data antecedente l’inizio del periodo assistibile di cui all’art.70, comma 1, D. Lgs.151/2001 (due mesi prima e tre dopo la data presunta del parto) ed è rivolta esclusivamente alle richiedenti:
•    lavoratrici autonome;
•    titolari di farmacie ubicate in Comuni con popolazione non superiore a mille abitanti, prive di farmacista collaboratore;
•    titolari di parafarmacia, se l’esercizio commerciale è gestito in forma di impresa individuale o di srl con socio unico.
Inoltre, la prestazione può essere riconosciuta alle sole titolari di farmacia o di parafarmacia, purché in possesso dei requisiti anzidetti, anche in caso di astensione dall’attività lavorativa durante il periodo assistibile.

parametri reddituali e misura della prestazione

Per l’accesso alle prestazioni assistenziali straordinarie a sostegno del reddito devono essere rispettati contestualmente i seguenti parametri:

-    patrimonio mobiliare, così come risultante dall’attestazione ISEE, non superiore ad euro 50.000,00. Per ciascun componente successivo al secondo, a tale importo si aggiungono ulteriori euro 5.000,00 fino ad un massimo di euro             65.000,00.

-    valore ISEE compreso nelle fasce di seguito indicate per singola tipologia di prestazione.

TIPOLOGIA DELLA PRESTAZIONE MISURA DELLA PRESTAZIONE
  valore ISEE
da zero a 20.000,00
valore ISEE
da 20.000,01 a 35.000,00
Grave difficoltà economica  euro 8.000,00  euro 6.000,00
Disoccupazione

 valore ISEE  30.000,00
sussidio pari a sei mensilità dell’importo massimo della NASpI (euro 7.800,00 nel 2017) per un massimo di due volte. Le successive due erogazioni avranno importo di euro 1.000,00

Misure conciliazione vita-lavoro
Copertura della perdita di reddito per le farmaciste in regime di lavoro autonomo

valore ISEE
da zero a 20.000,00

40%

valore ISEE
da 20.000,01 a 35.000,00


30%

 importo minimo erogabile euro 300,00 importo massimo erogabile euro 10.000,00
Copertura degli oneri sostenuti per la conduzione della farmacia o della parafarmacia  40%  30%
  importo minimo erogabile euro 500,00 importo massimo erogabile euro 15.000,00

Per ulteriori specifiche inerenti alle prestazioni assistenziali a sostegno del reddito si rinvia al testo analitico della Testo integrato delibere consiliari n. 57/2017 e n. 8/2018 che ne disciplina l’erogazione.

                                                                                                          ----------------------------------

La modulistica da utilizzare per presentare la domanda di sussidio è presente sul sito nella sezione DOCUMENTI/Assistenza e può essere scaricata attivando i link di seguito indicati
•    richiesta sussidio continuativo per età e per figli disabili
•    richiesta sussidio straordinario per rimborso spese
•    richiesta sussidio straordinario a sostegno del reddito

 telefono  06.54711
 fax  06.5917.732
 email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 indirizzo postale  ENPAF - Ufficio Assistenza, viale Pasteur 49, 00144 Roma

Stampa

CONTRIBUTO UNA TANTUM LIBERI PROFESSIONISTI E PARAFARMACIE

ASSEGNAZIONE CONTRIBUTO UNA TANTUM PER FARMACISTI LIBERI PROFESSIONISTI E ASSIMILIATI, PER TITOLARI E SOCI DI ESERCIZI AUTORIZZATI ALLA VENDITA DI FARMACI DA BANCO
anno 2017

 

APPROVAZIONE GRADUATORIE

Il Direttore Generale dell'Enpaf, con provvedimento n.15 del 30 gennaio 2018 ha approvato la graduatoria per l'assegnazione del contributo assistenziale su indicato

clicca qui per visualizzare la graduatoria e l'elenco delle esclusioni

- Graduatorie ammessi 14.02.2018
- Elenco delle esclusioni
- Regolamento 2017

      -------------------------------------------------------


INFORMATIVA AI PARTECIPANTI

  -  Il pagamento del contributo assistenziale avverrà con valuta 20 febbraio 2018. Per ciascun avente diritto al contributo, IN GRADUATORIA E’ INDICATO L’IMPORTO LORDO.

  -  Per l’importo corrisposto, sarà inviata a domicilio la Certificazione Unica in tempo utile per la dichiarazione dei redditi.

  -  Le richieste di informazioni dovranno essere inoltrate esclusivamente tramite comunicazione postale, comunicazione fax (n.06.5917732) o PEC indirizzando la richiesta all'Enpaf, Ufficio Assistenza.

  - Eventuali ricorsi, connessi ad errori dell’Ufficio ovvero a questioni di interpretazione del regolamento, dovranno essere indirizzati al Comitato Esecutivo dell'ENPAF ed inviati esclusivamente tramite raccomandata a.r. ENTRO IL 16 MARZO 2018.

-------------------------------------------------------

Roma, 14 febbraio 2018

 

 

Stampa

Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni da ENPAF. Inserisci la tua e-mail:

Il sito web www.enpaf.it utilizza cookie per migliorare la vostra esperienza quando lo si utilizza. Continuando la navigazione si accetta la Policy sui cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information